Close
(0) items
You have no items in your shopping cart.
All Categories
    Filters
    Preferences
    Search

    Aghi per macchina da cucire. Caratteristiche e tipologie - La guida completa

    GLI AGHI PER CUCIRE A MACCHINA

    LA GUIDA COMPLETA PER CONOSCERLI E SCEGLIERLI

    Bentornati cari amici di Mercerie For You!

    Pronti e via, si ricomincia!

    Arriva settembre, scuola, lavoro e per fortuna il cucito!

    Eh sì, dopo la tintarella, il sole, i bagni ed il tracking in montagna, la macchina da cucire ci aspetta!

    Quindi tutti pronti per riprendere anche il nostro viaggio, quello nel mondo delle attrezzature base per il cucito, il patchwork ed il quilting.

    La volta scorsa abbiamo visto gli aghi per cucire a mano, oggi come promesso, parliamo di aghi per cucire a macchina. 

    L’Ago per macchina da cucire

    Per quanto sia moderna e tecnologica la nostra macchina da cucire, l’ago è forse l'elemento più importante per ottenere ottimi risultati nel cucito!

    Il tipo e la qualità di ago che si utilizza nella macchina da cucire influisce direttamente non solo sul risultato del lavoro, ma anche sul buon funzionamento della macchina stessa.

    Prima regola: cambiare spesso l'ago

    Per questo vi facciamo subito una domanda maliziosa: quando è stata l'ultima volta che avete cambiato l'ago della vostra macchina da cucire?

    Se non riuscite a ricordarvelo...allora è decisamente ora di farlo!

    Molti sono convinti che l'ago per cucire a macchina sia una sorta di super eroe che non si spunta mai, che non si piega mai, di fatto un oggetto indistruttibile.

    Vi ricordate quando vi abbiamo consigliato di non cucire mai sugli spilli?! L'ago per cucire a macchina è si molto forte, ma anche molto delicato. Provate a pensare a quanti punti al minuto deve fare senza saltarne nemmeno uno!

    Spesso si pecca di pigrizia...

    E' fondamentale cambiare spesso l'ago, non solo quando la macchina da cucire manda chiari segnali che è giunta l'ora (tensione sbagliata, punti saltati, strani rumori...), ma anche perchè, esattamente come per gli aghi da cucire a mano, anche quando si cuce a macchina è fondamentale usare l'ago giusto per il lavoro che si sta facendo.

    La tendenza a non cambiare ago nella macchina da cucire sino a quando il poverino stremato si rompe, è uno degli errori più comuni.

    (Ho già un ago montato non ho voglia di cambiarlo!, ...Ho cucito solo un abito o solo un quilt, riuscirò a cucire anche questo ...questo tessuto è pesante ma la mia macchinina cuce tutto...).

    Usare un ago non adatto al tipo di tessuto che si sta cucendo, o lavorare con un ago ormai 'spuntato' perchè deteriorato dal troppo utilizzo, ti farà lavorare male!

    E' più difficile usare la macchina da cucire, il filo si può rompere, il tessuto arricciare, il punto è di scarsa qualità oppure del tutto "saltato" quà e là, fino ad arrivare alla rottura dell'ago stesso.       

    Come scegliere l'ago giusto per cucire a macchina

    Come per gli aghi da cucire a mano anche per gli aghi per macchina da cucire esiste una vasta gamma di tipologie, ognuna con caratteristiche molto precise, studiate per i vari tipi di cucito, tessuto e filato utilizzati.

    La vastità dell'assortimento che offre il mercato oggi ci permette di lavorare in modo davvero personalizzato ed efficace.

    Dai ricami su cotone alle cuciture su sottilissimi tessuti in microfibra o alla lavorazione su stoffe pesanti o tecniche come cordura, denim o pelle.

    Non solo il tessuto, anche il modello della macchina da cucire influisce sulla scelta

    In aggiunta a questo, quando si parla di aghi per macchina da cucire, si deve considerare anche il tipo di attacco dell'ago, ovvero quale tipo di ago è compatibile con il modello della tua macchina da cucire e quanti punti cuce la tua macchina in un minuto (ovvero a quale velocità massima cuci).

    Capire quale è l’ago giusto per il progetto che stai facendo ti può cambiare la vita!

    Di sicuro scoprirai una grande differenza, sia come miglioramento della qualità del cucito e soprattutto, maggiore divertimento nel lavoro perché con l'ago corretto, tutto scorre più facilmente ed i risultati sono professionali.

    Ma non farti spaventare, trovare l'ago giusto non è difficile, basta prestare attenzione ad alcuni particolari.

    Le variabili che determinano quale ago per macchina da cucire utilizzare sono:

    • il tipo di Punta dell'ago
    • l'attacco dell'ago

     ovvero:

    • il tipo di tessuto/lavoro che stai eseguendo
    • il modello della tua macchina da cucire

    Per scegliere corretamente è fondamentale conoscere di cosa si parla.

    Come abbiamo fatto per gli aghi da cucito manuale, vediamo insieme prima di tutto la struttura e le caratteristiche degli aghi per cucire a macchina.

    Conoscere gli aghi per macchina da cucire

    Aghi per macchina da cucire, come sono fatti?

    La struttura di un ago per cucire a macchina

    La struttura di un ago per cucire a macchina è sempre costituita principalmente da otto parti: 

    Schema Struttura e forma di un ago per macchina da cucire

    Il Calcio

    Il calcio è la parte superiore dell'ago che tocca il fondo dell'attacco della macchina, può essere tondo o piatto a seconda del modello della macchina da cucire.

    Il Codolo

    Il codolo è la parte che si inserisce nell'attacco della macchina da cucire e che garantisce il corretto innesto dell'ago. E' in questo punto che agisce la vite di fissaggio dell'ago.

    Anche la forma del codolo cambia a seconda dello standard previsto dal modello della macchina da cucire. 

    La Spalla

    La spalla è la sezione di congiunzione tra il codolo e lo stelo. E' un'area molto importante e tecnica in quanto è qui che si inizia a percepire la qualità dell'ago.

    Maggiore è la qualità della spalla, migliore sarà la resa dell'ago alle alte velocità. 

    Testa dell'ago

    Calcio, Codolo e Spalla insieme vengono generalmente indicati come 'Testa dell'ago' e identificano il tipo di modello di attacco dell'ago per la macchina da cucire.

    Sulla Testa dell'ago è sempre riportata la misura dell'ago e spesso la marca del produttore.

    I tipi di 'testa' dell'ago per macchina da cucire

    I modelli più diffusi di testa sono di tre tipi:

    • Aghi per macchina con testa piatta
    • Aghi per macchina con testa rotonda
    • Aghi per macchina 'coverlock' e taglia e cuci (overlock)

    Consultate sempre il manuale della vostra macchina da cucire per trovare le specifiche degli aghi da utilizzare.

    Per sicurezza, si può conservare il primo ago infilato quando avete comprato la macchina, quello sarà il vostro 'modello' per la scelta degli aghi successivi.

    La Scanalatura

    O solco longitudinale, collocato nel retro dello stelo. Afferra il filo e garantisce la corretta corsa del filo nel punto di lavoro. Il solco longitudinale è l'elemento che serve a far si che il filo non sfreghi sulla stoffa.

    Quando l'ago scende nella stoffa il filo si colloca in questa scanalauta evitando ad esempio di surriscaldare il tessuto, il filo e l'ago stesso.

    L'importanza della scanalatura nell'ago per cucire a macchina

    Potrebbe sembrare un particolare tecnico da nulla, ma pensiamo ad una macchina che cuce 950 punti al minuto (ovvero 16 punti al secondo). Su tessuto sitetico, lo sfregamento può provocare circa 75° di innalzamento termico sul punto di cucitura;

    Per una macchina industriale che cuce a 5000 punti al minuto l'innalzamento termico si avvicina ai 180°. (Si avete capito bene, gli stessi gradi a cui cuocete le torte nel forno 😊)

    Al fine di mantenere temperature basse è anche fondamentale il materiale ed il trattamento superficiale fatto all'ago, ma non serve sulle nostre macchine da cucire 'domestiche' andare a certi livelli di specializzazione.

    La cosa importante, anche quando cuci a livello domestico o hobbistico, è scegliere sempre aghi in acciaio di primissima qualità e produttori seri e professionali che lavorano anche nel settore industriale. 

    Lo Scalfo

    Lo scalfo è la sezione dell'ago dove il crochet fa passare il filo della bobina per formare il punto. Le sue dimensioni sono funzionali alla grossezza dell'ago per garantire lo spazio tra ago e crochet ottimale per la formazione di punti perfetti.

    E' estremamente importate che lo scalfo sia preciso ma soprattutto indeformabile e che l'ago non si pieghi, altrimenti o si rompe l'ago o si danneggia il crochet. 

    Lo Stelo

    Lo stelo è il gambo dell'ago.

    Questa lunghezza finalmente è standard per ogni tipo di ago! (Quanto è importante che tutti gli aghi di buona qualità sia lunghi uguali? Chiunque abbia una macchina da cucire con l'infila ago automatico conosce bene questa risposta...)

    Mentre la sua grossezza dipende dalla dimensione dell'ago e della cruna. 

    La Cruna

    La cruna è il foro dove far passare il filo quando si infila la macchina da cucire. Importante che sia lucidata e priva di sbavature per non danneggiare il filo. 

    La Punta

    La punta dell'ago è l'elemento fondamentale per cucire su materiali diversi. La forma e la dimensione della punta di un ago per cucire a macchina, insieme alla cruna, creano la combinazione perfetta per il tipo di tessuto e di filato che devi utilizzare.

    Ovviamente esistono punte diverse (a pallina per il jersey, triangolare per la pelle...non vi state sbagliando, le punte sono con le stesse caratteristiche degli aghi per cucire a mano che abbiamo visto la volta scorsa, in ogni caso sotto trovate una tabella esplicativa delle principali tipologie).

    Ogni produttore usa le proprie sigle per individuare il tipo di ago, più in generale si fa spesso riferimento al meteriale da cucire per poi trovare la sigla esatta del produttore.

    Dimensione o numero dell'ago per cucire a macchina

    Per dimensione o numero dell'ago per macchina da cucire si intende la grossezza dell’ago, misurata come diametro dello stelo e della punta.

    Al contrario di quanto visto per le dimensioni degli aghi per cucire a mano, quando parliamo di aghi per macchina da cucire, più è alto il numero maggiore sarà la dimensione dell'ago.

    Sempre in proporzione, maggiore sarà lo spessore e la trama del tessuto, maggiore sarà la misura dell'ago. 

    La codifica degli aghi per macchina da cucire

    Aghi per Macchine da cucire domestiche

    Iniziamo dai sistemi standard di codifica generale degli aghi per macchina da cucire, con una premessa obbligatoria:  sebbene si chiamino sistemi 'standard' ogni casa produttrice ha di fatto un proprio standard.

    Solo di recente si è giunti ad uno standard per le macchine domestiche:

    • sistema 130/705H (15x1H o HAx1): sistema universalmente usato sulla maggior parte delle macchina da cucire domestiche (Juki, Singer, Bernina, Brother, Janome, ecc.)
    • sistema 705 DE: Ago doppio, può essere utilizzato sul sistema 130/705H
    • sistema 705 B: utilizzato per macchine industriali ed alcuni vecchi modelli di Bernina, questi aghi non hanno lo scalfo.

    Aghi per macchine da cucire industriali

    Per quanto riguarda le macchine da cucire industriali, non esiste un vero e proprio standard, in quanto trattasi di macchine sempre ottimizzate per uno specifico tipo di cucitura o rifinitura, quindi le dimensioni sono indicate con molteplici modi, per citarne alcuni:

    sistema DBX1, TVX3, DBXK5, TVX5, TVX7, 16X231, B-27, DPX35, 62X45, UOX113, ecc.

    I Sistemi di nomenclatura per la dimensione degli aghi per macchina da cucire

    Vediamo ora come si classifica la dimensione dell'ago:

    la dimensione dell'ago è definita da una codifica doppia in quanto a livello mondiale esistono due principali codifiche:

    - quella Europea il cui indice va da 35 a 200.

    - quella Americana (nota anche come sistema Singer) il cui indice va dal 6 al 27.

    Sulla scatola dell'ago e sull'ago stesso solitamente sono segnate entrambe, separate da una barra (N°Europeo/N°Americano).

    Ad esempio 60/8 indica 60 misura Europea e 8 misura Americana.

    L'indice Europeo 

    L'indice Europeo indica il diametro dello Stelo espresso in centesimi di millimetro (indicato come NM ovvero Numero Metrico), 90NM indica un diametro di 0,9 millimetri.

    Più è alto l'indice, più lo Stelo è grande.

    Gli aghi per cucire con macchine domestiche utilizzano solitamente indici, o misure, da 60 a 110.

    Dove trovare la codifica

    La dimensione è scritta sul lato piatto del codolo, oppure certi produttori (come Schmetz) utilizzano le bande colorate poste sulla Spalla dell'ago per identificare velocemente dimensione e tipo di punta (vedi la tabella riportata più sotto). 

    Aghi per cucire a macchina, le principali tipologie

    Di seguito uno schema riepilogativo delle principali tipologie di aghi per macchina da cucire, con le loro caratteristiche e l’uso più idoneo.

    AGHI UNIVERSALI O UNIVERSAL NEEDLE

    Aghi per cucito ‘universali’, presentano la punta leggermente arrotondata e sono adatti per un utilizzo generico.

    Solitamente si presentano nelle seguenti misure:

    • 60NM/70NM (Chiffon, georgette, organza)
    • 70NM (Batista)
    • 70NM/80NM (Per camice, misto lino, tessuti da corsetteria, tessuto leggero)
    • 80NM/90NM (Lino, traliccio)
    • 90NM/100NM (Biancheria da tavola)
    • 90NM/100NM/110NM (Abiti, cappotti) 

    AGHI STRETCH

    Aghi per tessuti elastici con punta a sfera media (detta anche arrotondata) e una conformazione della cruna disegnata appositamente per eliminare eventuali salti di punto sui tessuti elastici.

    Solitamente si presentano nelle seguenti misure:

    • 75NM (Jersey leggero)
    • 75NM/90NM (Jersey, jersey di seta)
    • 90NM (Lycra)

    AGHI PER JERSEY

    Aghi con punta a sfera molto accentuata (detta anche a 'pallina') per impedire di rompere le fibre su tessuti come lycra e maglina molto elastica.

    Solitamente si presentano nelle seguenti misure:

    • 70NM/80NM (Jersey, Tessuti da corsetteria)
    • 70NM/80NM/90NM (Maglie)
    • 80NM/90NM (Maglie grosse e tendine)
    • 90NM (Lycra)

    AGHI PER PELLE

    Aghi per cucire la pelle, pelle sintetica, tessuti plastificati. Hanno punta affilata a lama triangolare per tagliare il materiale ed evitare sfilacciamenti.

    ATTENZIONE: non utilizzare mai aghi per pelle sul tessuto, in quanto la punta potrebbe danneggiare il tessuto.

    Solitamente si presentano nelle seguenti misure:

    • 80NM/90NM (Pelle, pelle artificiale)
    • 100NM/110NM (Pelle grossa e pelle sintetica dura)

    AGHI PER JEANS

    Aghi con punta a sfera media che penetra più facilmente nei tessuti forti e spessi senza danneggiarli. Il gambo rinforzato favorisce una minore deformazione dell'ago e diminuisce il pericolo di rotture dell'ago e punti saltati.

    Anche se si identificano con il nome Jeans, non sono solo per il denim, la punta è studiata appositamente per tutti i tessuti, anche tecnici, a trama fitta sovrapposta.

    Solitamente si presentano nelle seguenti misure:

    • 90NM (Fogli di plastica, lamine, tela cerata)
    • 90NM/100NM (Tappezzerie, Pelle sintetica)
    • 90NM/100NM/110NM (Jeans)
    • 100NM/110NM (Abiti da lavoro)

    AGHI PER MICROTEX

    Aghi fini per tessuti in microfibra e seta.

    Con punta particolarmente aguzza e sottile per penetrare più facilmente anche in tessuti molto fini o a trama fitta.

    • 60NM/70NM/80NM/90NM (Tessuti di microfibra)
    • 70NM (Tessuti di seta)
    • 80NM (Tessuti fini in cotone)

    AGHI PER TRAPUNTO O AGHI PER QUILTING

    Con punta particolarmente sottile e leggermente arrotondata che penetra strati spessi e sovrapposti di tessuti anche diversi, senza danneggiare il materiale. Adatti sia per trapuntare e quiltare con walking foot, sia per trapuntare e quiltare free hand a mano libera.

    Solitamente si presentano nelle seguenti misure:

    • 75NM/90NM (Lavori di trapunto – quilting e patchwork)

    AGHI TOPSTICH / METALLIC

    Agi per impunture e per cucire con fili metallici, la cruna dell'ago è molto allungata (fino a 2mm) per non alterare le caratteristiche del filo metallico e rispettare il tessuto.

    Solitamente si presentano nelle seguenti misure:

    • 80NM/90NM

    AGHI DA RICAMO

    Speciali per ricamo, con una piccola punta a sfera. Rispetto all'ago universale sono dotati di una cruna particolarmente più larga e una larga scanalatura per garantire il miglior risultato anche con filati più grossi e filati di lana.

    Solitamente si presentano nelle seguenti misure:

    • 75NM/90NM

    AGHI GEMELLI

    Con doppio stelo e doppia cruna.

    Per impunture, nervature, cuciture decorative con uno o due colori, orli e overlock. Ogni ago deve essere infilato da una bobina separata. 

    Esistono in passi diversi (per passo si intende la distanza tra i due 'gemelli') e con la stessa logica degli aghi singoli e quindi con la stessa differenziazione (ago gemello universale, ago gemello per jeans, ago gemello per ricamo, ecc). Le misure quindi variano in base alla tipologia.

    Attenzione! controlla sempre quando usi un ago gemello che sia compatibile con la larghezza del tuo piedino e della base della tua macchina da cucire.

     

    TABELLA RIEPILOGATIVA DEGLI AGHI PER MACCHINA DA CUCIRE PRYM

    Tabella riassuntiva aghi macchina da cucire

    SCHEMA RIASSUNTIVO DEGLI AGHI PER MACCHINA DA CUCIRE SCHMETZ

    tabella riepilogativa aghi schmetz per macchine domestiche

    I consigli Mercerie For You per lavorare con gli aghi per macchina da cucire

    Per concludere non poteva mancare l'elenco dei consigli pratici e delle raccomandazioni Mercerie For You:

    Scegli sempre aghi di qualità

    Gli aghi per cucire a macchina non hanno un prezzo elevato. Cerca sempre di acquistare aghi di un buon produttore e da negozi affidabili.

    Dubita di offerte on line su siti che vendono un po' di tutto e che offrono aghi di marchi rinomati a prezzi molto ribassati.

    Rischi che ti arrivino aghi vecchi, usati o peggio ancora aghi di scarsissima qualità infilati nelle scatole di plastica degli aghi di marca!

    (Esperienza purtroppo già successa ad alcuni nostri clienti...ovviamente prima di conoscere Mercerie For You! 😊)

    I marchi validi sono molti, noi qui a Mercerie For You utilizziamo aghi Schmetz, sia per cucire che per il quilting.

    Ci piacciono perchè hanno un ottimo rapporto qualità/prezzo, presentano temperature di esercizio basse, non si piegano e hanno un basso tasso di deterioramento, ovviamente se non si cuciono spilli o cerniere di metallo!!!! 

    Se ti fa piacere ricevere via mail la guida ABC dell'ago di Schmetz in italiano, scrivici o lascia un commento.

    Mai più senza l'ago giusto

    E' buona regola avere sempre una 'piccola' scorta di aghi per la macchina da cucire in casa.

    Cerca di avere il tuo piccolo 'assortimento' ben fornito in base alle tue passioni ed ai tuoi lavori, in modo da inserire sempre l'ago adatto al lavoro di cucito che stai facendo.

    Cambia sempre l'ago prima di iniziare un nuovo progetto.

    Per verificare se l'ago è ancora perfetto o con la punta in buono stato, basta infilarlo in un collant da donna: se nell'infilarlo e nello sfilarlo non scivola perfettamente è il caso di cambiarlo.

    Ma attenzione! Non buttatarlo via!

    Per cucire le cernire a spirale è perfetto un ago a "fine carriera". Quando passi sulle spire la punta sicuramente si rovina, quindi poco male se si usa un ago ancora con la punta ma non più affilato.

    L'ago giusto per cucire sulla carta

    Per cucire sulla carta (paper piecing, foundation paper piecing, cucito creativo, ecc.) usa sempre un ago appuntito (a punta non tonda e fine), affatichi meno la macchina.

    A fine lavoro conserva l'ago che hai utilizzato separato dagli altri aghi ed utilizzalo sempre e solo per la carta.

    Conserva e ordina i tuoi aghi per dimensione e tipo

    Ottimo sistema è quello di conservare gli aghi nella scatolina porta aghi originale sulla quale è già riportato tipo e dimensione.

    Devi solo avere l'accortezza di separare gli aghi nuovi da quelli già utilizzati, marcando le scatoline con un bollino adesivo o con un pennarello indelebile.

    Puoi anche utilizzare un libretto per aghi. Se non vuoi comprarlo, puoi crearlo facilmente utilizzando dei foglietti di feltro sui quali avrai cura di etichettare ogni sezione con un pennarello indelebile per stoffa, o ricamando! Questo ti aiuterà a ricordare cosa contiene ogni foglietto e soprattutto a trovare velocemente l’ago che cerchi.

    Ago sempre in forma!

    Verifica sempre che l'ago che utilizzi per cucire non sia piegato.

    Appoggia l'ago con il lato piatto del codolo su una superficie piana (il tuo tavolo di lavoro o la base da taglio vanno benissimo) e verifica che lo stelo sia parallelo al piano. Gli aghi delle migliori marche non si piegano, come contropartita tendono a spezzarsi un attimo di più.

    Ma come dice il nostro Ing. Mercerie For You: "meglio un ago spezzato che un ago curvato!"

    Annota la data in cui hai cambiato l'ago l'ultima volta

    Se usi la macchina principalmente sempre per lo stesso tipo di lavoro, probabilmente non hai bisogno di cambiare spesso il tipo di ago.

    E' importante segnare in questo caso la data in cui hai cambiato l'ago l'ultima volta per tenere controllato il deterioramento della punta.

    Attenzione al piedino

    Se la tua macchina da cucire ha la possibilità di spostare l'ago a destra e sinistra o esegue punti decorativi o di ricamo, ricordati sempre di controllare prima di iniziare a cucire di avere inserito il piedino giusto per il punto selezionato.

    Cucire sopra il piedino è decisamente peggio di cucire sopra cerniere o spilli 😊!

     

    Infine, come sempre, non abbiate paura di sperimentare, provare e divertirvi!

     

    Ecco, ora possiamo dire che avete completato con successo il vostro corso di specializzazione sugli aghi da cucito! E... visto che morirete dalla voglia di andare a controllare quando avete cambiato l'ultima volta il vostro ago, vi salutiamo qui.

    Buon cucito e come sempre se avete dubbi o vi servono chiarimenti, scriveteci!

    Un abbraccio da tutti noi.

     

    Leave your comment